Utilizziamo i cookies per offrirvi la miglior esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare sul sito, l'utente accetta di utilizzare i cookies.
Istituto Aberastury | Torna all'homepage  
ABERASTURY PARTNERS  
Fundación
Luis Chiozza
la biblioteca
del farmacista
 
Editoria
Le Pubblicazioni dell'Istituto
Luis Chiozza
Cancro
Perchè a me, perchè ora?

Il manifestarsi di un cancro è influenzato dall’esaurimento, dalla depressione, dai dispiaceri, dallo stress, da un lutto? Come si può dire fino a che punto, o quando,  per combattere la crescita cancerosa sia inevitabile e necessario produrre danni al malato o infliggergli una mutilazione per salvargli la vita? Perché il sistema immunitario, che difende la mia identità, tra tutte le cellule che quotidianamente si trasformano per crescere come cancri e smettere di adempiere alla funzione che svolgevano, ne lascia vivere soltanto alcune, in un organo, mentre continua ad uccidere tutte le altre? Il tipo di cancro, e il posto in cui si sviluppa, è una conseguenza del caso? Cos’è un cancro? Un intruso, una formazione mostruosa che si comporta come un parassita? O è qualcosa che mi appartiene? È la malattia di qualche mia cellula, o ad essere malato sono io? La cura abituale è diretta al malato canceroso o soltanto al cancro che egli ha sviluppato?
 
 
L’Autore – medico e psicoanalista di fama internazionale – si pone e dibatte questi ed altri quesiti e – a partire dal fatto che il corpo umano è un apparato in cui vive una persona che convive con altre – ci mostra che il cancro, che si manifesta sempre in un momento molto particolare di una vita, lungi dall’essere un mostro sinistro ed estraneo, è un destino umano di fronte al quale non siamo completamente inermi.
 
a5c5ac78-b0ac-4972-931b-d2544df8001e